La Val Canè

La Val Canè è una piccola ma meravigliosa valle della Provincia di Brescia situata all’interno del Parco dello Stelvio.

Questa valle di origine glaciale si apre a nord del paese di Canè e termina con la Punta di Pietra Rossa (3228m) ed è percorsa dal torrente Fomedio.

Il percorso – seguendo il sentiero 65 della segnaletica CAI bianco e rosso – si snoda dolcemente tra lariceti, poi cespugli di rododendro fino ad arrivare ai prati della testata della valle, a circa 2000 metri di quota.

Sulle pendici della valle risiedono abitualmente branchi di camosci e stambecchi, che si avvistano facilmente, ed in zona nidificano l’aquila reale e il gracchio alpino.

Dalla testata della valle si attraversa il torrente verso destra, su un ponticello in legno, e ci si porta sul versante sinistro (orografico). Il sentiero qui diventa più stretto e ripido, fino ad arrivare al Bivacco Valzaroten (2208m).

Seguendo sempre il sentiero 65 si risalgono i pascoli, attraverso un sentiero più scosceso, fin ad arrivare ad un panoramico dosso roccioso dal quale si giunge poi ai due piccoli Laghetti di Pietrarossa. Da qui si gode di un magnifico panorama sull’Adamello.

Tempi di percorrenza a piedi:

  • Da Canè al Bivacco Valzaroten: ore 2.30/2.45 circa
  • Da Canè ai Laghetti di Pietrarossa: ore 3.30 circa

Come arrivare:

In macchina: seguendo la statale in direzione Ponte di Legno, uscire seguendo le indicazioni per Vione/Canè. Imboccata via Cima Bleis, percorrerla tutta fino ad incontrare il parcheggio nell’area predisposta all’imbocco della valle, vicino al ponte sul torrente, dopo Canè.

Fino alle 9 del mattino, il Comune consente di risalire in macchina la valle su strada bianca fino a Cortebona (1766m). Qui trovate  un piccolo centro d’informazioni del Parco Nazionale (aperto solo nel periodo estivo) ed una antica calchera ristrutturata.

Lascia un commento